Perché gli Europei in Alpago

Il principio ispiratore che ha indotto la SC CHIES 'ALPAGO a richiedere alla UEC di poter organizzare, dopo nove anni dalla nostra prima esperienza in tal senso avvenuta nel 2006, i Campionati Europei Mountain Bike Cross-Country 2015, è stata la convinzione che questo importantissimo evento avrebbe potuto rappresentare un ulteriore concreto tassello per la promozione e la valorizzazione del territorio dell'Alpago ed il rafforzamento del suo rapporto simbiotico con le discipline sportive del ciclismo off-road

La dimensione dell'evento (ed il suo conseguente riflesso numerico sulla vasta platea dei soggetti interessati, in modo diretto, indotto ed indiretto), che vedrà in campo squadre nazionali di 35 Paesi del Vecchio Continente per un totale di non meno di 1000 atleti partecipanti, la sua importanza sportiva, derivante dal fatto che nel cross-country nonché nel trials (le due specialità che sono corpo fondante del programma dei Campionati) gli atleti europei rappresentano, in termini di "qualità e di risultati", una quota vicina al 90% dell'elite agonistica mondiale; il suo appeal mediatico, in considerazione che sono attesi oltre 100 operatori professionali della stampa scritta, delle radio e televisioni, dell'informazione telematica, nonché del mondo della fotografia, rappresentano i tre elementi cardine a supporto della nostra tesi.

Eventi importanti come gli Europei MTB sono testimonianza diretta dell’importanza del movimento che ruota attorno al mondo delle due ruote, soprattutto fuoristrada, per il target ed il numero di appassionati che esso coinvolge, e noi dell'Alpago siamo particolarmente onorati del riconoscimento che ci ha tributato la UEC assegnandoci l'organizzazione dell'edizione 2015: faremo di tutto, come già accadde nel 2006, per dare concreta risposta a questa fiducia, allestendo una edizione all'altezza dell'importanza che oggi ha il mountain-bike nel contesto sportivo mondiale.